Poco dopo l’una della scorsa notte il pullman del Milan, proveniente da Siena, ha sostato  alla stazione di Campo di Marte a Firenze, dove la squadra avrebbe dovuto prendere il treno con cui ritornare a Milano quando è stato aggredito da un gruppo di tifosi della fiorentina.

I rossoneri sono stati investiti da insulti da una trentina di ultras della fiorentina che hanno atteso l’arrivo del pullman con tutta la squadra dando il via a una contestazione degenerata quasi subito.

Un blitz evidentemente premeditato. I primi cori sono stati “sapete solo rubare”, per poi passare quasi subito a quelli razzisti non appena è sbucato dal pullman Balotelli.

Il cordone delle forze dell’ordine ha retto (non senza fatica), e la security rossonera ha portato via immediatamente anche Galliani (già bersagliato da cori e oggetti nell’ultima sfida di campionato a Firenze).

Robinho e soprattutto Balotelli, sono tornati indietro per affrontare faccia a faccia i tifosi. Binho è stato stoppato quasi subito, mentre per Mario sono serviti due o tre agenti e sono intervenuti anche compagni e dirigenti per cercare di placarlo, portandolo praticamente di forza a bordo del treno.

Prima della partenza è piovuta l’ultima dose di insulti, con gli ultrà viola appostati sul camminamento che corre sopra la stazione. Il treno ha lasciato Firenze all’1.15, in ritardo di quasi mezzora.

E di lì a poco Balotelli ha twittato: “Questa legge che se lascio il campo per i buu razzisti, lascio la mia squadra in 10… Rivedete questo regolamento per favore è molto inumano!”. (clicca qui per visualizzare l’account ufficiale di Mario)

Ecco il video: