L’ex nazionale inglese Adam Johnson è stato condannato a sei anni di carcere per aver avuto rapporti sessuali con una minorenne, nella fattispecie una studentessa di 15 anni appena, nel gennaio del 2015. Il calciatore del Sunderland aveva sempre negato tutti i capi di accusa fino al giorno dell’inizio del processo, il 10 febbraio scorso, quando ha riconosciuto di aver adescato una ragazzina su internet e di averla successivamente baciata dopo un loro incontro, ma aveva sempre respinto le accuse di rapporti sessuali. Tuttavia, il 2 marzo scorso la giuria lo ha giudicato colpevole di aver praticato un atto sessuale con la minorenne nella sua Range Rover nera, dietro un takeaway cinese nella contea di Durham, il 30 gennaio 2015.

Johnson non ha mostrato alcuna emozione visibile alla lettura della sentenza. “Tutto ciò è colpa esclusivamente sua“, gli ha detto il giudice Jonathan Rose, “questa bambina ha sofferto di traumi psicologici di cui lei è il solo responsabile”. Secondo il giudice Rose, Johnson avrebbe approfittato del suo ascendente sulla ragazzina, tifosa del Sunderland e di Johnson in particolare, per adescarla e praticare un atto sessuale con lei, nonostante fosse perfettamente consapevole della sua età. L’accusa ha dimostrato come Johnson abbia scambiato con la vittima oltre 800 messaggi di testo (molti dei quali innocenti), e come lui abbia continuato il suo adescamento anche dopo aver consumato il rapporto: “Johnson voleva che nessuno sapesse della loro corrispondenza, e l’ha invitata a incontrarsi in un posto privato e lontano da occhi indiscreti“.

Secondo quanto ricostruito durante il procedimento, la vittima conobbe Adam Johnson fuori dallo Stadium of Light per una richiesta di autografo e di foto insieme al suo idolo. I due hanno poi preso a messaggiarsi sin da capodanno e il 18 gennaio si sono incontrati per la prima volta, anche se solo affinché il giocatore firmasse la maglietta della ragazza. Il 30 gennaio il secondo incontro, quello incriminato. Quello stesso mese il giocatore era diventato padre per la prima volta.