Un giornalista sportivo spera, forse dovremmo dire sogna, di raccontare gli Internazionali BNL d’Italia, un evento che conduce il Belpaese al centro del panorama tennistico mondiale.

NOLE-RAFA, SFIDA INFINITA – Hanno bisogno di pochissime presentazioni i partecipanti, star affermate che vogliono regalare continuo divertimento, fino alle attesissime finali previste domenica 15 maggio. Superbo rappresentante della categoria maschile Novak Djokovic, bi-campione in carica e deciso a confermare la recente egemonia. In caso di successo per lui sarebbe il quinto titolo, considerate inoltre le imposizioni avvenute nel 2011 e nel 2008. Principale antagonista Rafael Nadal, già sette volte trionfatore nella capitale. L’atleta maiorchino è consapevole che l’eventuale affermazione rilancerebbe notevolmente le sue quotazioni, garantirebbe preziosi punti nella graduatoria ATP e gli infonderebbe fiducia in vista del Roland Garros.

LUNGA VITA AL RE - Incredibilmente poliedrico Andy Murray, competitor abituato agli appuntamenti più importanti della stagione agonistica e con già un palmares di tutto rispetto, comprensivo di Olimpiadi, Wimbledon e U.S. Open. Leader in quanto a vittorie nei tornei appartenenti al Grande Slam “King” Roger Federer, probabilmente il talento che ancora oggi vanta il maggior numero di tifosi in giro per il mondo. Candidati al ruolo di outsider Kei Nishikori, Tomas Berdych, David Ferrer, Jo-Wilfried Tsonga, Richard Gasquet e il “nostro” Fabio Fognini, che sulla superficie riesce spesso a offrire prestazioni convincenti.

“SERENONA”, LA FAVORITA - Veri assi della racchetta compongono anche l’universo femminile. Oltre a Roberta Vinci, entrata nella top 10 WTA, e Sara Errani, giunta all’atto conclusivo due anni fa, sbarcano autentici fenomeni, in primis Serena Williams, che dopo le annate 2002, 2013 e 2014 ambisce a nuova gloria. Altre protagoniste annunciate la regina d’Australia Angelique Kerber, Garbine Muguruza, Simona Halep e Carla Suarez Navarro, finalista la scorsa edizione. Impossibile inviare ulteriori richieste di accredito, con la scadenza giunta lo scorso 22 aprile.