La quarta tappa della Vuelta 2016 va a Lilian Calmejane. Il 23enne francese della Direct Energie fa suo il primo successo da professionista nella frazione partita da Betanzos e finita, in salita, a San Andrés de Teixido dopo 163 chilometri. Secondo in ordine d’arrivo Darwin Atapuma, che diventa la nuova maglia rossa.

I MATTATORI

Dopo oltre 20 km la fuga, con ventuno protagonisti di giornata: Darwin Atapuma (BMC), Enrico Battaglin (Lotto NL – Jumbo), Andrey Zeits (Astana), Chad Haga (Giant – Alpecin), Axel Domont (AG2R – La Mondiale), Thomas De Gendt (Lotto Soudal), Zdenek Stybar (Etixx – Quick Step), Benjamin King e Pierre Rolland (Cannondale – Drapac), Nathan Haas e Merhawi Kudus (Dimension Data), Lawrence Warbasse e Marcel Wyss (IAM Cycling), Tsgabu Grmay (Lampre – Merida), Stéphane Rossetto (Cofidis), Cesare Benedetti e Scott Thwaites (Bora-Argon18), Angel Madrazo e Jaime Roson (Caja Rural – Seguros RGA), Lilian Calmejane (Direct Energie).

GESTIONE DELLE ENERGIE

Il gruppo non ha lasciato più di 5′ di vantaggio. Plotone che ha rallentato sul finale, lasciando le ambizioni di tappa ai fuggitivi. Primo a scattare tra gli uomini in testa il francese Domont, tuttavia raggiunto. Partito al contrattacco il connazionale Calmejane, solo Atapuma e Rolland hanno provato a inseguirlo, senza però mettere la leadership in discussione. Il colombiano conquista però la maglia rossa, grazie al vantaggio saggiamente gestito sul gruppo. Discreti piazzamenti anche per gli azzurri presenti nella fuga, con Battaglin sesto e Benedetti decimo. La Movistar si è accontentata di perdere la maglia di leader, determinata a riprendersela nei prossimi giorni con Valverde. Niente da segnalare sul fronte dei big, arrivati tutti assieme a 2’05”.

Vuelta a España 2016, 4/a tappa – Ordine d’arrivo
1) Lilian Calmejane (Direct Energie)
2) Darwin Atapuma (BMC) a 15″
3) Benjamin King (Cannondale – Drapac) a 15″
4) Andrey Zeits (Astana) a 19″
5) Nathan Haas (Dimension Data) a 23″