Il parlamentare del PD Khalid Chaouki (foto twitter) per convincere il n.1 della Lega Nazionale Dilettanti Carlo Tavecchio a fare un passo indietro nella corsa alla presidenza della Figc ha messo in atto una petizione a cui hanno aderito circa 26.000 firme tra Italia ed Europa. Il tutto sarà inviato ai presidenti di Fifa Sepp Blatter, Uefa Michel Platini e Coni Giovanni Malagò.

La petizione ha un claim chiaro e conciso: “Carlo Tavecchio ritirati“.

Su twitter è stato lanciato l’hashtag #TavecchioRitirati e durante la conferenza stampa tenutasi questa mattina è stato presentato “Campioni d’Italia? Le seconde generazioni e lo sport” il primo libro/dossier che fa il punto sulle condizioni delle seconde generazioni e il razzismo nello sport.

Presente alla conferenza l’ex calciatore Joseph Dayo Oshadogan che fu il primo giocatore afro-italiano ad indossare la maglia della Nazionale Under 21.

Ormai quella che si sta scatenando sul più probabile eletto alla presidenza della Figc è una vera rivolta mediatica. Nel frattempo l’11 agosto, data in cui verrà eletto il nuovo Presidente della Figc, si avvicina.

Queste le parole dell’onorevole Khalid Chaouki: “Quella di Tavecchio non è una semplice gaffe ma una frase razzista che va condannata e noi ancora siamo stupiti per come viene sottovalutata la portata di una frase del genere soprattutto se detta da un esponente che dovrebbe essere da esempio per tutto lo sport e il calcio italiano“.

“La nostra petizione  - prosegue Chaouki – non vuole essere contro la persona di Carlo Tavecchio ma vuole essere contro quel tipo di atteggiamento, fatto di slogan razzisti.  Con questa campagna vogliamo sottolineare che c’è un Italia e ci sono milioni di italiani ed europei che non ci stanno più a questo modo di trattare il tema del razzismo e delle discriminazioni nel nostro Paese e in Europa. La petizione è un appello al ritiro e contiamo sul senso di responsabilità del signor Tavecchio di risparmiare al nostro Paese quella che ormai è una figuraccia mondiale“.