Passerella finale doveva essere e passerella è stata. La Vuelta 2016 si è conclusa con la vittoria del colombiano Nairo Quintana, che nell’utlima tappa con arrivo a Madrid ha conservato il vantaggio in classifica generale su Froome e l’altro colombiano Chaves. Tra i primi dieci c’è anche l’azzurro Davide Formolo.

L’ultima frazione di 104.8 chilometri, da Las Rozas alla capitale iberica, se l’è aggiudicata in volata il danese Magnus Cort Nielsen della Orica Bike Exchange, che ha superato Bennati (secondo) Meersman (terzo), Sbaragli (quarto) e Arndt (quinto).

La tappa è stata caratterizzata dalla fuga di quattro corridori, Peter Kennaugh (Team Sky), Loïc Chetout (Cofidis), Quentin Jaurégui (Ag2r La Mondiale) e Koen Bouwman (LottoNL-Jumbo), ripresi però a pochi chilometri dal traguardo. L’arrivo in volata ha poi premiato il giovane danese.

L’italiano Fabio Felline (che alla Vuelta 2016 ha collezionato tre terzi posti) è stato bravo a vincere la classifica punti, conquistando così la maglia verde.