Nairo Quintana virtualmente vincitore della Vuelta 2016. Il vantaggio del colombiano su Froome è rimasto intatto (anzi il corridore della Movistar ha guadagnato anche 2″) anche al termine della penultima tappa, la durissima Benidorm – Alto Aitana. Escuadrón E. Aire di 193.2 chilometri, che ha visto il trionfo del giovanissimo francese Pierre Latour (Ag2r La Mondiale). Buono il terzo posto di Fabio Felline (il terzo dall’inizio della corsa), che raccoglie i punti decisivi per conquistare la maglia verde.

La corsa è stata caratterizzata dalla fuga di Luis León Sánchez (Astana) e Rudy Molard (Cofidis), che dop oaver guadagnato diversi minuti sugli inseguitori, hanno alla fine ceduto alla rimonta.

Così all’arrivo: 1. Pierre Latour (Fra, Ag2r) 193,2 km in 5.19’41”, media 36,261; 2. Atapuma (Col, Bmc) a 2”; 3. Felline (Trek-Segafredo) a 17”; 4. Frank (Svi) a 40”; 5. Gesink (Ola) a 1’03”; 6. De Clerq (Bel) a 1’28”; 7. Molard (Fra) a 2’02”; 8. Calmejane (Fra) a 3’01”; 9. Chaves (Col) a 3’17”; 10. Quintana (Col) a 4’03”; 11. Froome (Gb) a 4’05”; 12. Talansky (Usa) a 4’34”; 13. Contador (Spa) a 4’41”; 16. Brambilla a 5’28”. 17. Valverde (Spa) a 5’38”; 21. Conti a 5’58”; 24. Formolo a 6’06”.

In clasifica generale, Chaves scalza dal terzo posto Contador e conquista il gradino più basso del podio. Ottimo il nono posto per Davide Formolo, il più giovane fra i primi dieci.