La 16esima tappa della Vuelta 2016 premia il lussemburghese Jempy Drucker, che sul traguardo di Peniscola, al termine di 156 chilometri, precede Selig (Bora-Argon18) e Arndt (Giant-Alpecin). In classifcia generale, Nairo Quintana conserva la maglia rossa con 3′ e 37″ di vantaggio su Froome.

Dopo appena quattro chilometri sei uomini tentano la fuga. Si tratta di Davide Villella (Cannondale-Drapac), Mario Costa (Lampre-Merida), Silvan Dillier (BMC), Sven Erik Bystrom (Katusha), Luis Angel Mate (Cofidis) e Julien Morice (Direct Energie).

Il plotoncino di fuggitivi, che ha raggiunto un vantaggio massimo di 3′ e 35″ sul gruppo, si è diviso in due a 56 chilometri dall’arrivo. A venti chilometri dall’arrivo, però, l’iniziativa si è definitivamente spenta, soprattutto per il lavoro della Trek-Segafredo, che ha spesso tirato il gruppo.

A due chilometri dall’arrivo Daniele Bennati della Tinkoff ha cercato la fuga definitiva, ma il suo sogno si è spezato a 500 metri dal traguardo. La volata ha premiato Drucker, che ha preceduto Selig, Arndt, Meersman e Manzin.