Il traguardo di Urdax-Dantxarinea sorride all’olandese Robert Gesink della Lotto nl Jumbo, che trionfa nella 14esima tappa della Vuelta 2016, considerata la più dura dell’intera corsa: 196 chilometri scanditi da 4 gran premi della montagna (l’ultimo all’arrivo), di cui tre di prima categoria.

La frazione è stata caratterizzata da una fuga che ha visto protagonisti 41 corridori. Il gruppo di testa è stato scremato dalle varie salite.

L’ultimo gran premio della montagna è stato quello decisivo. Geisnk ha tentato più volte di piazzare l’allungo decisivo, fino a trovare la fuga buona a poche centinaia di metri dal traguardo.

Gesink ha vinto con sette secondi di vantaggio su Kenny Elissonde e nove su Egor Silin. Quintana, dodicesimo al traguardo con 1′ e 47″ di ritardo, ha conservato la maglia rossa provando anche, invano, a staccare Froome. I due hanno tagliato contemporaneamente il traguardo, cosicché il vantaggio del colombiano resta immutato. Crolla Valverde: ora al terzo posto c’è Esteban Chaves.